15 ottime ragioni per cui il tapis roulant non fa poi così schifo

Runners, perché tutto questo odio nei confronti del tapis-roulant?
Di recente i redattori della rivista Runner’s World hanno confessato che, per redigere la classifica annuale dei tapis-roulant, hanno dovuto corrompere la gente con dei gadget per convincerli a testare i macchinari più all’avanguardia. Nonostante il tentativo, i sondaggi hanno rivelato ben poco amore per il tapis-roulant… “Sempre meglio di niente”, “quel coso” e “nastro trasportatore di Satana” sono alcune delle espressioni usate dai lettori!
Bene, oggi permettetemi di difendere questo attrezzo così sottovalutato e vi dimostrerò che ci sono moltissime ragioni  (anche scientifiche) per sostenere che il tapis-roulant sia il posto migliore dove correre – specialmente se vogliamo riprenderci da un infortunio o evitarne uno.
Tanto per cominciare, il nastro da corsa con undisplay ricco di funzioni e in grado di monitorare le attività (che misura, per esempio, quanti passi facciamo al minuto) è il terreno privilegiato per allenare la velocità. Uno studio dimostra che correre sul tapis-roulant riduce l’impatto sulle articolazioni. Il nastro del tapis-roulant è più cedevole rispetto al marciapiede, e questo significa un minor impatto su tutto il corpo anche in caso di caduta: chi corre all’esterno, invece, rischia letteralmente di mordere l’asfalto (con un tasso di infortuni stimato del 65% annuo).
Il caro vecchio tapis-roulant è il posto più sicuro per soddisfare il nostro bisogno di velocità. I modelli di fascia alta garantiscono un ottimo assorbimento dei passi, ma il massimo in termini di basso impatto della corsa sono i tapis-roulant riabilitativi, antigravità, perfetti per gli atleti che debbano riprendersi da un infortunio, grazie alla capacità di sospendere il peso corporeo e ridurre l’urto sulle articolazioni.
Le caratteristiche innovative degli ultimi modelli includono sensori contapassi e sensori per il monitoraggio del battito cardiaco, che regolano la velocità e l’inclinazione del nastro in base alle nostre pulsazioni (funzione: programmi HRC). Tutto questo per darvi un’idea delle molte meraviglie con cui vengono continuamente arricchiti i tapis roulant.
Detto ciò, oltre alle ragioni scientifiche, ci sono un sacco di motivazioni pratiche ed emotive per cominciare a correre sul tapis-roulant:

  1. Sei libero di correre con qualsiasi condizione meteo. Sole, neve, caldo, temporali,  nemmeno un tornado sarà in grado di fermarti.
  2. Non corri il rischio di essere investito da macchine, biciclette, moto o mandrie di maratoneti. L’unica collisione possibile sarà quella di un morbido asciugamano contro la tua fronte sudata.
  3. Puoi ascoltare musica a tutto volume, senza bisogno di tenere il volume basso per riuscire a sentire il traffico (come dovresti fare correndo all’aria aperta). Dopo tutto, è dimostrato che la musica a palla aiuta a tenere il tempo e la resistenza durante la corsa.
  4. Puoi concederti maratone illimitate di TV senza sensi di colpa. Certo, restare con il sedere incollato al divano davanti allo schermo non fa bene alla forma fisica, ma se nel frattempo corriamo sul tapis-roulant anche guardare tre o quattro episodi di fila della nostra serie tv preferita diventa un’impresa da record.
  5. Puoi ammirarti e perfezionare la tua forma fisica. Non esiste niente come guardarci durante lo sforzo e ammirare i risultati per dare fiducia e motivazione. E potrai tenere sotto controllo la postura con una sola occhiata.
  6. Puoi correre con chiunque. Se il tapis-roulant avesse un motto questo sarebbe “nessuno resta indietro”. Che tu preferisca correre in mezzo ad una folla di gente o che tu sia alle prima armi, in palestra puoi trovare grande motivazione nel correre con gli altri, senza subire pressioni.
  7. Puoi fare un allenamento a circuito senza dover andare a caccia delle attrezzature. Dimentica l’estenuante ricerca di una panchina libera dove allenare i tricipiti. Allenandoti con il tapis roulant avrai tutto a disposizione…. e non correrai il rischio di trovare gli attrezzi ricoperti di cacca di piccione (cosa che non si può dire per le panchine!)
  8. Puoi fare il figo e dire “mi allenavo sul tapis-roulant prima che diventasse una moda”
  9. Non devi rispettare i semafori. Questo significa niente ridicoli saltelli da un piede all’altro cercando di mantenere costanti le pulsazione nell’attesa che scatti il verde.
  10. Puoi concederti delle pause senza imbarazzo. Se ti fa soffrire il fatto che durante la pausa la tua corsa sembri quella di una lumaca agli occhi di chi ti guarda, con il tapis-roulant risolverai il tuo problema –  visto che le pause fanno parte del programma di allenamento.
  11. Ti senti super veloce, indipendentemente dalla velocità reale della corsa.
  12. Non devi portarti in giro mucchi di roba. Chiavi? Bottiglietta d’acqua? Barrette energetiche? Nelle consolle dei tapis-roulant c’è uno scompartimento per ogni cosa.
  13. Non devi più aver paura del buio. Correre all’aperto di sera richiede molte precauzioni per essere visibile agli altri. Ora potrai sbarazzarti dell’odiato gilet catarifrangente, correndo a casa tua sul tuo tapis-roulant.
  14. Puoi scavalcare colline e montagne. Anche se il tuo appartamento è piatto come una tavola, potrai creare emozionanti salite e discese  semplicemente inclinando il piano da corsa del tapis-roulant
  15. Puoi fermarti in qualunque momento. Pensavi di affrontare una corsa di 8 km ma a metà del percorso ti mancano le forze e l’unico modo per tornare a casa è fare l’autostop? Con il tapis-roulant non corri rischi: se ti arrendi basta premere “stop” e sei già a casa.

 

Ulteriori articoli sui tapis roulant.

Tappeto ortopedico

Tanti mi chiedono a cosa serve il tappeto ortopedico.
Ultimamente alcune aziende produttrici o distributrici di tapis roualnt hanno iniziato a reclamizzare il cosiddetto tappeto ortopedico; vediamo cos’è e a cosa serve.
Si tratta di un nastro un po’ più spesso rispetto al normale.
Parliamo di tapis roulant per la casa che quindi normalmente costano poco e non hanno motori trifase, o comunque professionali, sono tapis con i due rulli di diametro piccolo e il cui nastro di corsa non è troppo lungo e largo e il cui spessore è decisamente sottile, diciamo spesso come un cartoncino, circa 1 millimetro, non di più.
Se il nastro è estremamente sottile sicuramente siamo di fronte a un prodotto molto economico (da supermercato…).
Se il nastro inizia ad essere spesso e largo e lungo la resistenza che esso ha al rotolamento obbliga i costruttori all’impiego di motori decisamente più potenti e quindi costosi.
Normalmente se il nastro è largo e in piu anche spesso siamo di fronte a un tapis di qualitá elevata perchè i rulli devono essere grossi, il motore deve essere potente.
Allora perché si è iniziato a mettere dei nastri più spessi anche per tapis roulant per la casa?
Sicuramente per un motivo commerciale, per essere diversi dalla concorrenza, ma anche perchè negli anni la qualitá dei tappeti per la casa è cresciuta, avvicinandosi a quella dei tapis professionali.
Comunque se avete un tapis con nastro sottile un trucco c’è:  compratevi delle belle scarpe da corsa, scarpe morbide, ben molleggiate.

Ovviamente questa è solo la mia opinione ed aspetto i vostri commenti!

Ulteriori articoli sui tapis roulant.

Errori da evitare quando si corre sul tapis roulant

Quando mi alleno sul tapis roulant mi piace trarne il massimo del giovamento.
Se anche tu sei come me, ci sono alcuni errori comuni da evitare per cercare di migliorare l’allenamento:

Troppe distrazioni
Spesso vedo molte persone camminare lentamente mentre guardano la televisione o leggono un libro o una rivista.
E’ importante mantenere l’intensità ad un buon livello in modo che il vostro allenamento sia efficace.
Le “Interval Routines” funzionano bene per questo, soprattutto se si vuole far volare il tempo ( è soprattutto questo il motivo per cui molte persone cercano di distrarsi con tv, libri, riviste ).

Non utilizzare l’inclinazione
È possibile ottenere un grande allenamento solo aumentando la pendenza sul tapis roulant. Aumentando la pendenza aumenta il lavoro necessario per le gambe e i glutei. Io a volte aumento la pendenza facendo gli “intervalli” e può diventare davvero dura!

Appoggiarsi o aggrapparsi
Si può bruciare più calorie non aggrappandosi al manubrio o appoggiandosi alla macchina. Costantemente aggrapparsi ai braccioli significa togliere parte del vostro peso corporeo alle gambe. Se sentite il bisogno di tenervi con le mani provare a ridurre la velocità.

Eseguire sempre le stesse routine
Fare la stessa routine sul tapis roulant non è solo noioso, ma può eventualmente essere inefficace dopo un po’. Prova a cambiare di tanto in tanto con intervalli o aumentando l’intensità.

Perdere la concentrazione
Fondamentale restare concentrati sulle routines da fare e se ci si sta per annoiare concentrarsi sulla VISUALIZZAZIONE: visualizzate i muscoli che si contraggono mentre li muovete, immaginate di spingervi fuori dalla parete davanti a voi e di correre come un ‘Superman’ attraverso paesaggi bellissimi…
Usate la Mente insomma! 🙂

Tapis-Roulant, un Tappeto di benessere

Un valido contributo al nostro benessere
E’ umanimamente riconosciuto che l’uso regolare del tapis-roulant fornisce un più che valido contributo al nostro benessere. Fisiologicamente, ci consente di tonificare i muscoli delle gambe e dei glutei, migliorare la circolazione sanguigna, lo stato di efficienza del nostro cuore e del nostro apparato respiratorio, ridimensionare lo strato di grasso depositatosi un po’ ovunque durante un lungo periodo di inattività fisica e di alimentazione incontrollata.
Ma c’è un altro grande vantaggio che caratterizza il tapis-roulant: probabilmente, si tratta dell’attrezzo ginnico dotato della maggiore flessibilità di utilizzo. In altre parole, con pochi e semplici comandi, si può programmarne l’uso adeguandolo perfettamente alle proprie necessità individuali, siano esse obiettivi particolari di dimagrimento, di mantenimento e di tonificazione oppure semplicemente recupero di attività fisica dopo una malattia o una fase prolungata di inattività motoria.
Non va sottovalutato, infatti, l’utilizzo benefico del tapis-roulant nei confronti di persone obese o avanti con gli anni che hanno semplicemente bisogno di camminare: e camminare all’aria aperta non è sempre possibile, consigliabile o sicuro, come abbiamo già detto.
Anche il tapis-roulant non può, però, essere considerata una panacea per tutti i mali; anzi, proprio per questi ultimi soggetti che abbiamo indicato (obesi e anziani) lo strumento può presentare qualche controindicazione: chi soffre di problemi alle articolazioni dorsali, di menisco o altri malfunzionamenti alle ginocchia, di problemi alle caviglie deve utilizzare il tapisroulant con qualche accortezza e molta cautela. In questi casi si consiglia l’impiego di un modello con piano ammortizzato, al fine di prevenire microtraumi alle caviglie, alle ginocchia e alla schiena.