Chi sono

Mi chiamo Stefano Venuti e mi occupo da tanti anni di prodotti per il fitness. Tutti i miei amici e conoscenti mi chiedono sempre qual è il miglior apparecchio da avere in casa per tenersi in forma e io rispondo sempre “il TAPIS ROULANT!”…
Ovviamente poi vogliono sapere quale tapis roulant… Dove comprarlo… che cosa farci dopo averlo comprato eccetera eccetera eccetera….

Allora ho pensato: Faccio un BLOG e mando tutti sul blog a leggere i miei consigli
cosi’ cliccano sulle pubblicità e guadagno qualcosina  🙂
… mi raccomando cliccate sugli annunci pubblicitari!

Se avete domande o richieste scrivete nei commenti … cercherò sempre di risponderVi!

Ciao
Stefano

Fassi Sport novita’ in vista

Si vociferava da tempo e adesso e` sicuro: Fassi Sport, storico marchio italiano del fitness, dopo tre anni di assenza in seguito al fallimento della ditta che lo distribuiva, adesso sta preparando il grande rientro.
Pare che la ditta REDPHI di Taiwan stia preparando il nuovo catalogo prodotti.

Vi faro’ sapere le novita’ non appena ne avro’ notizia.

Stay tuned!

Carnielli Fitness SPA in crisi

In questi ultimi mesi si è aggravata la ‘salute’ della storica marca italiana Carnielli. Si sta cercando un compratore che possa rilevare l’intera azienda (marchio, strutture e 15 dipendenti) ma fin’ora qualche gruppo industriale ha mostrato interesse solo per il marchio. La Carnielli era già passata da una crisi simile nel 2004-2005 ma ora, in questo periodo così fragile, il fallimento appare molto probabile.Questo sarà un danno per i consumatori che negli ultimi mesi hanno comprato un prodotto Carnielli perché sarà difficile che eventuali interventi saranno ‘in garanzia’ e con ricambi gratuiti.  State perciò attenti ad acquistare prodotti di questo marchio finché non si sarà chiarita la situazione.  Ecco alcune news:

Carnielli appello per non farla fallire, 14/2/2013

Fondata nel 1908 da Teodoro Carnielli (un artigiano che aggiustava biciclette e che costruì quella Bottecchia con cui Ottavio Bottecchia vinse il Giro di Francia), l’azienda Carnielli-Bottecchia per oltre 50 anni è stata leader nel mercato internazionale.
Nel 1930/40 la fabbrica contava un centinaio di operai e, proprio in quegli anni, fece uscire la Cyclette, la prima ciclocamera del mondo.
Nel 1963, il successo della Cyclette venne bissato con la Graziella: la prima bicicletta pieghevole, che (forse non tutti lo sanno) prese il nome dal periodico della Mondadori che la recensì per primo.
Dopo il boom della Graziella (un oggetto cult fra gli anni Sessanta-Settanta), in azienda arriva un divorzio: il marchio Carnielli e Bottecchia si dividono a metà degli anni ’90. La Bottecchia apre una nuova, grande sede a Cavarzere (Venezia) e si specializza in biciclette da corsa; la Carnielli (che diventa Carnielli Fitness) viene acquisita da un imprenditore padovano che la gestisce con i figli. L’intero articolo: oggitreviso.it 

Voglio però ricordarVi che nessun prodotto viene oggi costruito a Vittorio Veneto dove resta solo la sede e gli uffici in quanto tutta la produzione avviene in estremo oriente.

21-2-2013
Paolo Pagotto della Fiom ha spiegato a Oggitreviso.it che sembra ci sia un imprenditore locale disposto ad investire per rilevare oltre al marchio anche sede e lavoratori, sempre se si aggiungeranno altri imprenditori.
Insomma non è ancora detta l’ultima parola.

TAPIRULAN

Copio e incollo da happyblog.it/post/6047/tapirulan (di solito non lo faccio ma questa vignetta mi piace troppo):

TAPIRULAN
…che poi si scrive TAPIS ROULANT, ‘gnurant!

Allenamento col tapis roulant

Come ottenere il meglio dal vostro tapisroulant

Utilizzare un tapis roulant non è lo stesso che correre all’aperto. Si può mettersi in forma, perdere peso e tonificare i muscoli eseguendo una routine programmata tre o quattro volte alla settimana o anche ogni giorno se possibile, ma tutto sempre con lo stesso paesaggio monotono delle pareti di casa vostra oppure in palestra.

E uno dei fattori chiave per il raggiungimento dei propri obiettivi è il cambiamento! Se faccio lo stesso percorso di jogging tutti i giorni, sarebbe ugualmente noioso, ed è più che probabile alla fine di rinunciare. La maggior parte dei tapis roulant hanno, per questo motivo, almeno 6 programmi preimpostati di allenamento progettati per creare qualche armonia e comfort nel vostro esercizio di routine. Usateli! Stabilite un programma di allenamento con percorsi variati vi aiuta a trovare lo stimolo di fare ogni giorno la vostra corsa. Ma ricordatevi di fare un giorno di riposo almeno una volta alla settimana.

Molte pedane da corsa includono anche sistemi automatizzati che monitorano i vostri progressi. Se il vostro non ha queste funzioni, si potrebbe considerare l’esecuzione periodica di un allenamento in gruppo per cercare di capire quanto si è migliorati. Si tratta di una forma di motivazione e di iniziativa.

Allenamento

Per aumentare la resistenza cardiovascolare perché non programmare, anche se si ha già l’abitudine di correre, una bella sessione su un tapis roulant o Crosstrainer all’interno: vi darà grandi benefici. Se vivete in zone con condizioni climatiche estreme sará molto utile questa possibilità. Il problema principale di solito è la noia, ma vi diamo soluzioni che rendono il lavoro più sopportabile e divertente.
Siccome si ha sempre poco tempo una delle chiavi è la intensità. Ecco alcuni esempi. Il riscaldamento è sempre lo stesso, da 4 a 10 minuti di corsa (o di pedalata se si usa l’ellittica) ad un ritmo moderato.

3 + 3 x 3

Si alternano tre minuti leggeri con tre minuti al 90% della frequenza cardiaca massima. Ripetete la sequenza per tre volte e terminare con cinque minuti a ritmo di riposo.

10 settimane per migliorare il vostro ritmo

Durante il vostro normale allenamento eseguite cinque minuti al 90% del vostro massimo e terminate con un ritmo blando per dieci minuti. La seconda settimana invece di cinque fate sei minuti a ritmo forte e cosi’ via aumentando di un minuto alla settimana. Al termine di dieci settimane sarete in grado di tenere 5 km al nuovo vostro ritmo massimo.

Due su dieci

E’ semplice ma molto efficace: correte 10 minuti al 85% e quattro minuti tranquilli e ripete due volte.

A vostro piacimento

correte il tempo che volete al ritmo che preferite, con l’unica premessa che ogni 1000 metri dovete fare un minuto al 85%.

A Piramide

Correte un minuto al vostro miglior ritmo sui 1.500 m con 30 secondi a forte velocitá. Ripetere aumentando di 15 secondi ogni volta la parte veloce e rallentare un po’ il ritmo tra gli scatti, arrivati a sei ripetizioni si finisce per fare 2’15” al ritmo sostenuto. Adesso “scendi della piramide” diminuendo di volta in volta la durata degli scatti.

BUON allenamento!