Assistenza Proform e assistenza Nordictrack

Un amico mi ha chiesto di occuparmi anche delle assistenza sui prodotti Proform e Nordictrack.
Questi due marchi di tapis roulant appartengono alla ditta produttrice americana ICON che ha una sede in Europa in Francia, vicino a Parigi. In Italia non ha una vera e propria sede e l’assistenza viene curata da un call center in Romania mentre i ricambi arrivano da un magazzino in Francia o addirittura dalle fabbriche produttrici (in Cina).
Il numero del call center è 848 350 028.
Se avete qualche problema da segnalare scrivetelo nei commenti che così vediamo se possiamo essere di aiuto!

Grazie

Carnielli Fitness SPA in crisi

In questi ultimi mesi si è aggravata la ‘salute’ della storica marca italiana Carnielli. Si sta cercando un compratore che possa rilevare l’intera azienda (marchio, strutture e 15 dipendenti) ma fin’ora qualche gruppo industriale ha mostrato interesse solo per il marchio. La Carnielli era già passata da una crisi simile nel 2004-2005 ma ora, in questo periodo così fragile, il fallimento appare molto probabile.Questo sarà un danno per i consumatori che negli ultimi mesi hanno comprato un prodotto Carnielli perché sarà difficile che eventuali interventi saranno ‘in garanzia’ e con ricambi gratuiti.  State perciò attenti ad acquistare prodotti di questo marchio finché non si sarà chiarita la situazione.  Ecco alcune news:

Carnielli appello per non farla fallire, 14/2/2013

Fondata nel 1908 da Teodoro Carnielli (un artigiano che aggiustava biciclette e che costruì quella Bottecchia con cui Ottavio Bottecchia vinse il Giro di Francia), l’azienda Carnielli-Bottecchia per oltre 50 anni è stata leader nel mercato internazionale.
Nel 1930/40 la fabbrica contava un centinaio di operai e, proprio in quegli anni, fece uscire la Cyclette, la prima ciclocamera del mondo.
Nel 1963, il successo della Cyclette venne bissato con la Graziella: la prima bicicletta pieghevole, che (forse non tutti lo sanno) prese il nome dal periodico della Mondadori che la recensì per primo.
Dopo il boom della Graziella (un oggetto cult fra gli anni Sessanta-Settanta), in azienda arriva un divorzio: il marchio Carnielli e Bottecchia si dividono a metà degli anni ’90. La Bottecchia apre una nuova, grande sede a Cavarzere (Venezia) e si specializza in biciclette da corsa; la Carnielli (che diventa Carnielli Fitness) viene acquisita da un imprenditore padovano che la gestisce con i figli. L’intero articolo: oggitreviso.it 

Voglio però ricordarVi che nessun prodotto viene oggi costruito a Vittorio Veneto dove resta solo la sede e gli uffici in quanto tutta la produzione avviene in estremo oriente.

21-2-2013
Paolo Pagotto della Fiom ha spiegato a Oggitreviso.it che sembra ci sia un imprenditore locale disposto ad investire per rilevare oltre al marchio anche sede e lavoratori, sempre se si aggiungeranno altri imprenditori.
Insomma non è ancora detta l’ultima parola.

Tappeto ortopedico

Tanti mi chiedono a cosa serve il tappeto ortopedico.
Ultimamente alcune aziende produttrici o distributrici di tapis roualnt hanno iniziato a reclamizzare il cosiddetto tappeto ortopedico; vediamo cos’è e a cosa serve.
Si tratta di un nastro un po’ più spesso rispetto al normale.
Parliamo di tapis roulant per la casa che quindi normalmente costano poco e non hanno motori trifase, o comunque professionali, sono tapis con i due rulli di diametro piccolo e il cui nastro di corsa non è troppo lungo e largo e il cui spessore è decisamente sottile, diciamo spesso come un cartoncino, circa 1 millimetro, non di più.
Se il nastro è estremamente sottile sicuramente siamo di fronte a un prodotto molto economico (da supermercato…).
Se il nastro inizia ad essere spesso e largo e lungo la resistenza che esso ha al rotolamento obbliga i costruttori all’impiego di motori decisamente più potenti e quindi costosi.
Normalmente se il nastro è largo e in piu anche spesso siamo di fronte a un tapis di qualitá elevata perchè i rulli devono essere grossi, il motore deve essere potente.
Allora perché si è iniziato a mettere dei nastri più spessi anche per tapis roulant per la casa?
Sicuramente per un motivo commerciale, per essere diversi dalla concorrenza, ma anche perchè negli anni la qualitá dei tappeti per la casa è cresciuta, avvicinandosi a quella dei tapis professionali.
Comunque se avete un tapis con nastro sottile un trucco c’è:  compratevi delle belle scarpe da corsa, scarpe morbide, ben molleggiate.

Ovviamente questa è solo la mia opinione ed aspetto i vostri commenti!

TAPIRULAN

Copio e incollo da happyblog.it/post/6047/tapirulan (di solito non lo faccio ma questa vignetta mi piace troppo):

TAPIRULAN
…che poi si scrive TAPIS ROULANT, ‘gnurant!

Errori da evitare quando si corre sul tapis roulant

Quando mi alleno sul tapis roulant mi piace trarne il massimo del giovamento.
Se anche tu sei come me, ci sono alcuni errori comuni da evitare per cercare di migliorare l’allenamento:

Troppe distrazioni
Spesso vedo molte persone camminare lentamente mentre guardano la televisione o leggono un libro o una rivista.
E’ importante mantenere l’intensità ad un buon livello in modo che il vostro allenamento sia efficace.
Le “Interval Routines” funzionano bene per questo, soprattutto se si vuole far volare il tempo ( è soprattutto questo il motivo per cui molte persone cercano di distrarsi con tv, libri, riviste ).

Non utilizzare l’inclinazione
È possibile ottenere un grande allenamento solo aumentando la pendenza sul tapis roulant. Aumentando la pendenza aumenta il lavoro necessario per le gambe e i glutei. Io a volte aumento la pendenza facendo gli “intervalli” e può diventare davvero dura!

Appoggiarsi o aggrapparsi
Si può bruciare più calorie non aggrappandosi al manubrio o appoggiandosi alla macchina. Costantemente aggrapparsi ai braccioli significa togliere parte del vostro peso corporeo alle gambe. Se sentite il bisogno di tenervi con le mani provare a ridurre la velocità.

Eseguire sempre le stesse routine
Fare la stessa routine sul tapis roulant non è solo noioso, ma può eventualmente essere inefficace dopo un po’. Prova a cambiare di tanto in tanto con intervalli o aumentando l’intensità.

Perdere la concentrazione
Fondamentale restare concentrati sulle routines da fare e se ci si sta per annoiare concentrarsi sulla VISUALIZZAZIONE: visualizzate i muscoli che si contraggono mentre li muovete, immaginate di spingervi fuori dalla parete davanti a voi e di correre come un ‘Superman’ attraverso paesaggi bellissimi…
Usate la Mente insomma! 🙂

Allenamento col tapis roulant

Come ottenere il meglio dal vostro tapisroulant

Utilizzare un tapis roulant non è lo stesso che correre all’aperto. Si può mettersi in forma, perdere peso e tonificare i muscoli eseguendo una routine programmata tre o quattro volte alla settimana o anche ogni giorno se possibile, ma tutto sempre con lo stesso paesaggio monotono delle pareti di casa vostra oppure in palestra.

E uno dei fattori chiave per il raggiungimento dei propri obiettivi è il cambiamento! Se faccio lo stesso percorso di jogging tutti i giorni, sarebbe ugualmente noioso, ed è più che probabile alla fine di rinunciare. La maggior parte dei tapis roulant hanno, per questo motivo, almeno 6 programmi preimpostati di allenamento progettati per creare qualche armonia e comfort nel vostro esercizio di routine. Usateli! Stabilite un programma di allenamento con percorsi variati vi aiuta a trovare lo stimolo di fare ogni giorno la vostra corsa. Ma ricordatevi di fare un giorno di riposo almeno una volta alla settimana.

Molte pedane da corsa includono anche sistemi automatizzati che monitorano i vostri progressi. Se il vostro non ha queste funzioni, si potrebbe considerare l’esecuzione periodica di un allenamento in gruppo per cercare di capire quanto si è migliorati. Si tratta di una forma di motivazione e di iniziativa.

Allenamento

Per aumentare la resistenza cardiovascolare perché non programmare, anche se si ha già l’abitudine di correre, una bella sessione su un tapis roulant o Crosstrainer all’interno: vi darà grandi benefici. Se vivete in zone con condizioni climatiche estreme sará molto utile questa possibilità. Il problema principale di solito è la noia, ma vi diamo soluzioni che rendono il lavoro più sopportabile e divertente.
Siccome si ha sempre poco tempo una delle chiavi è la intensità. Ecco alcuni esempi. Il riscaldamento è sempre lo stesso, da 4 a 10 minuti di corsa (o di pedalata se si usa l’ellittica) ad un ritmo moderato.

3 + 3 x 3

Si alternano tre minuti leggeri con tre minuti al 90% della frequenza cardiaca massima. Ripetete la sequenza per tre volte e terminare con cinque minuti a ritmo di riposo.

10 settimane per migliorare il vostro ritmo

Durante il vostro normale allenamento eseguite cinque minuti al 90% del vostro massimo e terminate con un ritmo blando per dieci minuti. La seconda settimana invece di cinque fate sei minuti a ritmo forte e cosi’ via aumentando di un minuto alla settimana. Al termine di dieci settimane sarete in grado di tenere 5 km al nuovo vostro ritmo massimo.

Due su dieci

E’ semplice ma molto efficace: correte 10 minuti al 85% e quattro minuti tranquilli e ripete due volte.

A vostro piacimento

correte il tempo che volete al ritmo che preferite, con l’unica premessa che ogni 1000 metri dovete fare un minuto al 85%.

A Piramide

Correte un minuto al vostro miglior ritmo sui 1.500 m con 30 secondi a forte velocitá. Ripetere aumentando di 15 secondi ogni volta la parte veloce e rallentare un po’ il ritmo tra gli scatti, arrivati a sei ripetizioni si finisce per fare 2’15” al ritmo sostenuto. Adesso “scendi della piramide” diminuendo di volta in volta la durata degli scatti.

BUON allenamento!

Tapis-Roulant, un Tappeto di benessere

Un valido contributo al nostro benessere
E’ umanimamente riconosciuto che l’uso regolare del tapis-roulant fornisce un più che valido contributo al nostro benessere. Fisiologicamente, ci consente di tonificare i muscoli delle gambe e dei glutei, migliorare la circolazione sanguigna, lo stato di efficienza del nostro cuore e del nostro apparato respiratorio, ridimensionare lo strato di grasso depositatosi un po’ ovunque durante un lungo periodo di inattività fisica e di alimentazione incontrollata.
Ma c’è un altro grande vantaggio che caratterizza il tapis-roulant: probabilmente, si tratta dell’attrezzo ginnico dotato della maggiore flessibilità di utilizzo. In altre parole, con pochi e semplici comandi, si può programmarne l’uso adeguandolo perfettamente alle proprie necessità individuali, siano esse obiettivi particolari di dimagrimento, di mantenimento e di tonificazione oppure semplicemente recupero di attività fisica dopo una malattia o una fase prolungata di inattività motoria.
Non va sottovalutato, infatti, l’utilizzo benefico del tapis-roulant nei confronti di persone obese o avanti con gli anni che hanno semplicemente bisogno di camminare: e camminare all’aria aperta non è sempre possibile, consigliabile o sicuro, come abbiamo già detto.
Anche il tapis-roulant non può, però, essere considerata una panacea per tutti i mali; anzi, proprio per questi ultimi soggetti che abbiamo indicato (obesi e anziani) lo strumento può presentare qualche controindicazione: chi soffre di problemi alle articolazioni dorsali, di menisco o altri malfunzionamenti alle ginocchia, di problemi alle caviglie deve utilizzare il tapisroulant con qualche accortezza e molta cautela. In questi casi si consiglia l’impiego di un modello con piano ammortizzato, al fine di prevenire microtraumi alle caviglie, alle ginocchia e alla schiena.