15 ottime ragioni per cui il tapis roulant non fa poi così schifo

Runners, perché tutto questo odio nei confronti del tapis-roulant?
Di recente i redattori della rivista Runner’s World hanno confessato che, per redigere la classifica annuale dei tapis-roulant, hanno dovuto corrompere la gente con dei gadget per convincerli a testare i macchinari più all’avanguardia. Nonostante il tentativo, i sondaggi hanno rivelato ben poco amore per il tapis-roulant… “Sempre meglio di niente”, “quel coso” e “nastro trasportatore di Satana” sono alcune delle espressioni usate dai lettori!
Bene, oggi permettetemi di difendere questo attrezzo così sottovalutato e vi dimostrerò che ci sono moltissime ragioni  (anche scientifiche) per sostenere che il tapis-roulant sia il posto migliore dove correre – specialmente se vogliamo riprenderci da un infortunio o evitarne uno.
Tanto per cominciare, il nastro da corsa con undisplay ricco di funzioni e in grado di monitorare le attività (che misura, per esempio, quanti passi facciamo al minuto) è il terreno privilegiato per allenare la velocità. Uno studio dimostra che correre sul tapis-roulant riduce l’impatto sulle articolazioni. Il nastro del tapis-roulant è più cedevole rispetto al marciapiede, e questo significa un minor impatto su tutto il corpo anche in caso di caduta: chi corre all’esterno, invece, rischia letteralmente di mordere l’asfalto (con un tasso di infortuni stimato del 65% annuo).
Il caro vecchio tapis-roulant è il posto più sicuro per soddisfare il nostro bisogno di velocità. I modelli di fascia alta garantiscono un ottimo assorbimento dei passi, ma il massimo in termini di basso impatto della corsa sono i tapis-roulant riabilitativi, antigravità, perfetti per gli atleti che debbano riprendersi da un infortunio, grazie alla capacità di sospendere il peso corporeo e ridurre l’urto sulle articolazioni.
Le caratteristiche innovative degli ultimi modelli includono sensori contapassi e sensori per il monitoraggio del battito cardiaco, che regolano la velocità e l’inclinazione del nastro in base alle nostre pulsazioni (funzione: programmi HRC). Tutto questo per darvi un’idea delle molte meraviglie con cui vengono continuamente arricchiti i tapis roulant.
Detto ciò, oltre alle ragioni scientifiche, ci sono un sacco di motivazioni pratiche ed emotive per cominciare a correre sul tapis-roulant:

  1. Sei libero di correre con qualsiasi condizione meteo. Sole, neve, caldo, temporali,  nemmeno un tornado sarà in grado di fermarti.
  2. Non corri il rischio di essere investito da macchine, biciclette, moto o mandrie di maratoneti. L’unica collisione possibile sarà quella di un morbido asciugamano contro la tua fronte sudata.
  3. Puoi ascoltare musica a tutto volume, senza bisogno di tenere il volume basso per riuscire a sentire il traffico (come dovresti fare correndo all’aria aperta). Dopo tutto, è dimostrato che la musica a palla aiuta a tenere il tempo e la resistenza durante la corsa.
  4. Puoi concederti maratone illimitate di TV senza sensi di colpa. Certo, restare con il sedere incollato al divano davanti allo schermo non fa bene alla forma fisica, ma se nel frattempo corriamo sul tapis-roulant anche guardare tre o quattro episodi di fila della nostra serie tv preferita diventa un’impresa da record.
  5. Puoi ammirarti e perfezionare la tua forma fisica. Non esiste niente come guardarci durante lo sforzo e ammirare i risultati per dare fiducia e motivazione. E potrai tenere sotto controllo la postura con una sola occhiata.
  6. Puoi correre con chiunque. Se il tapis-roulant avesse un motto questo sarebbe “nessuno resta indietro”. Che tu preferisca correre in mezzo ad una folla di gente o che tu sia alle prima armi, in palestra puoi trovare grande motivazione nel correre con gli altri, senza subire pressioni.
  7. Puoi fare un allenamento a circuito senza dover andare a caccia delle attrezzature. Dimentica l’estenuante ricerca di una panchina libera dove allenare i tricipiti. Allenandoti con il tapis roulant avrai tutto a disposizione…. e non correrai il rischio di trovare gli attrezzi ricoperti di cacca di piccione (cosa che non si può dire per le panchine!)
  8. Puoi fare il figo e dire “mi allenavo sul tapis-roulant prima che diventasse una moda”
  9. Non devi rispettare i semafori. Questo significa niente ridicoli saltelli da un piede all’altro cercando di mantenere costanti le pulsazione nell’attesa che scatti il verde.
  10. Puoi concederti delle pause senza imbarazzo. Se ti fa soffrire il fatto che durante la pausa la tua corsa sembri quella di una lumaca agli occhi di chi ti guarda, con il tapis-roulant risolverai il tuo problema –  visto che le pause fanno parte del programma di allenamento.
  11. Ti senti super veloce, indipendentemente dalla velocità reale della corsa.
  12. Non devi portarti in giro mucchi di roba. Chiavi? Bottiglietta d’acqua? Barrette energetiche? Nelle consolle dei tapis-roulant c’è uno scompartimento per ogni cosa.
  13. Non devi più aver paura del buio. Correre all’aperto di sera richiede molte precauzioni per essere visibile agli altri. Ora potrai sbarazzarti dell’odiato gilet catarifrangente, correndo a casa tua sul tuo tapis-roulant.
  14. Puoi scavalcare colline e montagne. Anche se il tuo appartamento è piatto come una tavola, potrai creare emozionanti salite e discese  semplicemente inclinando il piano da corsa del tapis-roulant
  15. Puoi fermarti in qualunque momento. Pensavi di affrontare una corsa di 8 km ma a metà del percorso ti mancano le forze e l’unico modo per tornare a casa è fare l’autostop? Con il tapis-roulant non corri rischi: se ti arrendi basta premere “stop” e sei già a casa.

 

Fitme+ allenamenti in videochat, Vi aspetto allo SMAU

fitme plus

Il progetto a cui sto lavorando insieme ad alcuni co-founder si chiama Fitme+ (si legge fitme plus) e si tratta di un sistema di video chat che serve per allenarsi da casa o dall’ufficio, da dove si vuole, basta avere una connessione internet e una webcam.

Potete leggere qualche dettaglio sul sito www.fitmeplus.com

E vi invito a venirmi a trovare allo SMAU a Milano dal 21 al 23 ottobre (Padiglione 1, stand D11). Il biglietto si può avere gratis seguendo il nostro link di invito:

Biglietto invito SMAU gratis

Vi aspetto!

Stefano

 

Chi sono

Mi chiamo Stefano Venuti e mi occupo da tanti anni di prodotti per il fitness. Tutti i miei amici e conoscenti mi chiedono sempre qual è il miglior apparecchio da avere in casa per tenersi in forma e io rispondo sempre “il TAPIS ROULANT!”…
Ovviamente poi vogliono sapere quale tapis roulant… Dove comprarlo… che cosa farci dopo averlo comprato eccetera eccetera eccetera….

Allora ho pensato: Faccio un BLOG e mando tutti sul blog a leggere i miei consigli
cosi’ cliccano sulle pubblicità e guadagno qualcosina  🙂
… mi raccomando cliccate sugli annunci pubblicitari!

Se avete domande o richieste scrivete nei commenti … cercherò sempre di risponderVi!

Ciao
Stefano

Il nastro del tapis roulant va lubrificato?

Per sapere se il proprio tapis va lubrificato, e come, dovete leggere il manuale di uso e manutenzione.

Normalmente va lubrificato a mano cioè si deve spruzzare una piccola quantità di apposito lubrificante (cambia a seconda del tipo di nastro – fate sempre riferimento al manuale di uso e manutenzione) sotto al nastro, sopra alla tavola.

Cercate di mettere il lubrificante il più possibile nel mezzo della tavola perché è lì dove si appoggiano i piedi mentre si cammina e corre sul nastro del tapis.

Per il 90% dei prodotti va bene un normalissimo lubrificante a base di siliconi come per esempio il Well-Net Spray siliconico o il Toorx Lubetech ma in commercio ci sono tante marche.
Il costo va dai 5 ai 10 euro per 200 ml di prodotto.
Vanno bene anche lubrificanti siliconici non espressamente fatti per tapis roulant (generici o per catena bici o moto).
Si può anche usare un lubrificante (liquido o spray) con P.T.F.E. (Teflon) ma costa di più – per esempio Svitol Professional.

“Ogni quanto devo metterlo?”
Ho già detto che bisogna leggere il manuale di uso e manutenzione del proprio tapis? 🙂
Per il tapis roulant di casa normalmente basta una lubrificata ogni 60 corse.
Se non si usa quasi mai dare comunque una lubrificata una volta all’anno.

“Quanto devo metterne?”
Poco. Deve essere appena lubrificato, non in un bagno d’olio!

Per finire pubblico un video preso da youtube che fa vedere come si mette:

Carnielli Fitness… la fabbrica chiude ma forse il marchio resterà in vita

L’intervista, rilasciata da Maurizio Moretto e apparsa sul quotidiano di Treviso, fa intendere che il marchio sia stato rilevato da qualcuno che probabilmente lo terrà in vita.
Comunque per il momento l’assistenza non sta funzionando a dovere per la mancanza dei ricambi.
Ecco l’articolo originale:
Leggi l’articolo della Tribuna di Treviso
.

Come misurare il nastro del tapis roulant

Dopo qualche anno di utilizzo il nastro del vostro tapis roulant si è consumato ed è in procinto di rompersi?
Se avete un po’ di manualità potete cambiarlo da soli senza chiedere l’intervento di un tecnico secializzato.
Per comprare il nastro giusto bisogna avere le dimensioni del nastro stesso, sviluppo e larghezza.
Nel video mostro un metodo facile facile per misurarlo.

Cosa fare se l’inclinazione del tapis roulant non funziona correttamente

L’inclinazione del vostro beneamato tapis non funziona più?
Forse basta ricalibrare l’inclinazione!
Vediamo come fare la calibrazione dell’inclinazione senza chiamare un tecnico specializzato.
Questa procedura funziona su molti modelli di Proform e NordicTrack.
  1. Togliere la chiave di sicurezza
  2. Tenere premuto contemporaneamente il pulsante di STOP e  quello di aumento velocità
  3. Inserire la chiavetta di sicurezza
  4. Lasciare il pulsante di STOP e quello di aumento velocità
  5. Premere il pulsante Stop
  6. Ora premere il pulsante di aumento inclinazione

Il tapis roulant si alzerà da solo fino al massimo e poi si abbasserà al minimo.
Questa operazione ricalibra il sistema di inclinazione; quando ha finito rimuovete la chiavetta di sicurezza
e poi potete ricominciare ad usarlo normalmente, sperando che il problema sia risolto!

Fassi Sport novita’ in vista

Si vociferava da tempo e adesso e` sicuro: Fassi Sport, storico marchio italiano del fitness, dopo tre anni di assenza in seguito al fallimento della ditta che lo distribuiva, adesso sta preparando il grande rientro.
Pare che la ditta REDPHI di Taiwan stia preparando il nuovo catalogo prodotti.

Vi faro’ sapere le novita’ non appena ne avro’ notizia.

Stay tuned!

Tapis Roulant Motorizzato Confidence Power Plus

Mi hanno chiesto un giudizio su questo piccolissimo treadmill Confidence  in vendita su Amazon. Purtroppo non ho avuto occasione di vederlo dal vivo e provarlo ma da foto e video e scheda tecnica posso affermare che non è un vero e proprio tapis roulant a motore. La (poca) potenza del motore fa muovere il nastro a una velocità bassa (10kmh) e la poca potenza fa procedere a strattoni il nastro se non si accompagna il movimento coi piedi; questo, unito alle dimensioni minuscole, impediscono la corsa alle persone che pesano almeno 80 kg o che sono alte più di 180 cm.
Comunque come camminatore dovrebbe andare bene.
Un camminatore dovrebbe consentire una camminata (fino a 5 kmh circa) in sicurezza (sicurezza che deriva da solidità della struttura e corrimani laterali e frontali solidi… che nel Confidence però non vedo).
La qualità costruttiva non sembra un granché ma, del resto, costa solo 229 euro!
Mi preoccupa la durata delle parti in movimento e del motore.

Se qualcuno l’ha provato ci può dare il suo giudizio scrivendolo nei commenti, grazie!
Vi invito a pensare che un tapis roulant deve sopportare il vostro peso e non mentre si è seduti o fermi in piedi ma mentre si corre!
La struttura non puo’ essere di carta velina, deve essere solida e resistente.
Il nastro di corsa deve essere un po’ spesso per durare a lungo (inevitabilmente si consuma correndoci sopra e si consuma anche la parte sotto , quella che non si vede, che striscia sull’asse di legno (o di plastica in alcuni casi).
Il motore deve essere potente e silenzioso il che inevitabilmente vuol dire di buona qualità e i motori di buona qualità costano.
Aspetto le vostre valutazioni nei commenti qui sotto. Grazie!